top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRiccardo Riosa

«Non è la racchetta che muove il giocatore, ma è il giocatore a muovere la racchetta» Gabriele Medri

Gabriele Medri passa da appassionato di ciclismo e tennis, attraverso gli studi di ingegneria, a specializzarsi nei materiali del tennis. Co-fondatore di Pro-t-one e consulente attrezzature di Federtennis, viene spinto alla continua ricerca del perché le cose. Prima per gioco, e un po' lo è restato, poi una professione: sviluppare attrezzature che permettono di testare telai delle racchette, corde e tutte le caratteristiche delle incordature.


Gabriele ricorda: «La prima cosa, la più importante, è la fluidità del corpo: il gesto atletico deve seguire la catena cinetica per essere efficace – e chiarisce – altrimenti corde e attrezzature non servono a nulla. Nella formazione di un tennista i materiali devono crescere con il giocatore, l'aumento del peso deve essere graduale ed osservare un equilibrio tra materiale e capacità tecniche».



Per chi volesse seguire Gabriele Medri troverete di seguito i link a:






Volete riascoltare l'intervista? È disponibile a questo link




397 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Matteo Lumia e la realizzazione dell'Almanacco del Tennis

Matteo Lumia scrive l'Almanacco del Tennis, la classica pubblicazione annuale simile ad un calendario, ma con delle informazioni aggiuntive. Da piccolo lo ha guidato la passione per le figurine Panini

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page